Biografia

Nato in Italia nel 1982, ho studiato etnomusicologia all’Università di Bologna e documentario a Milano. Nel 2006 mi sono trasferito in Francia per continuare gli studi a La Fémis e diventare direttore della fotografia.
Dal 2010 lavoro come direttore della fotografia su cortometraggi di fiction e documentari, e come assistente operatore su serie, lungometraggi e cortometraggi (Engrenages saison 5, Katz, La Petite histoire de France, L’autre monde, Maintenant ou jamais, a fianco di Antoine Heberlé, Pascale Granel, Tariel Meliava, Yves Agostini, Thomas Favel). Seppure appassionato di documentari, amo moltissimo la fiction, il lavoro sulla luce, la creazione al fianco dei registi, l’avventura collettiva delle troupe e lo spirito di gruppo.
Da sempre musicista e melomane, mi interessano  particolarmente i progetti legati alla musica: ho partecipato come direttore della fotografia a un documentario etnografico sulla musica dei Rom del Kosovo, Kajda, e ho diretto The King, un documentario sul trombettista rom macedone Naat Veliov. Collaboro spesso con giovani compositori contemporanei della scena francese. Sono versatile: le mie competenze spaziano dall’illuminazione di fiction alle riprese per documentari e reportage, al montaggio e alla color su progetti destinati a  internet. So gestire una presa diretta audio di base in intervista, e parallelamente ai miei progetti realizzo  trailer di spettacoli e foto di musica live. Sono in grado di adattarmi alle configurazioni più diverse, che sia una troupe di cinquanta persone o un corto di fiction girato in una sala da bagno senza aiuto operatore; dal reportage TV all’installazione d’artista.
Da diversi anni, parallelamente al mio lavoro di Dop, porto avanti un lavoro di creazione personale su più fronti: realizzo film documentari, installazioni e film sperimentali; sono anche fotografo e autore di un libro fotografico documentario sulla società e la politica italiane. Con molta naturalezza sono entrato a far parte del collettivo artistico A Bao A Qou, che riunisce compositori, videomaker e performer in una pratica collettiva per creare spettacoli che ripensino lo spazio scenico e coinvolgano maggiormente il pubblico.
Dal 2020 sono residente permanente della Folie numérique du parc de la Villette, uno spazio di creazione digitale. Come fotografo sono rappresentato dalla galleria online Corridor Elephant. Sono membro dell’Union des Chefs Opérateurs.
Credo che la nostra professione debba aprirsi di più, sono convinto che la pratica di diverse discipline, modi di lavorare e ambienti socio-culturali diversi non possa che arricchire il punto di vista che possiamo offrire come collaboratori ad ogni nuovo progetto.

Materiale video e audio

  • Canon 5D Mark III
  • Zoom 24/70 Tamron T 2.8
  • Zoom 70/200 Sigma T 2.8
  • 100mm Macro Canon L USM T 2.8
  • Monitor e registratore Black Magic HD ProRes
  • Treppiede Sachtler ACE testata fluida
  • Registratore audio Tascam DR70
  • Microfono Rode NTG-5
  • Kit Sennheiser Lavallier senza fili